REGOLAMENTO PER LA FORNITURA DI SERVIZI DI TRADUZIONE E INTERPRETARIATO

I. DISPOSIZIONI GENERALI

1. Il presente Regolamento (di seguito “Regolamento”) stabilisce i termini e le condizioni per la fornitura di servizi di traduzione e interpretariato da parte di Krystyna Maternia, che svolge la sua attività sotto il nome di EMKA Krystyna Maternia, con sede legale a Rzeszów (35-607), via Generała Sowińskiego 2, numero di identificazione fiscale (NIP): 8132986692, numero di identificazione commerciale (REGON): 691761070, registrata nel Registro Centrale dell’Attività Commerciale (Centralna Ewidencja i Informacja o Działalności Gospodarczej) tenuto dal Ministero dell’Economia (di seguito “Fornitore del servizio/Fornitore”), a persone fisiche e giuridiche, nonché i diritti e gli obblighi delle parti del contratto sull’esecuzione della traduzione commissionata/interpretariato commissionato.

2. Il Fornitore fornirà servizi di traduzione ed interpretariato sulla base di una richiesta presentata nella forma stabilita nei paragrafi II e III di seguito.

3. L’accordo per effettuare la traduzione/il servizio di interpretariato si perfeziona con la consegna al Fornitore dell’accettazione del preventivo per il servizio (di seguito “Preventivo”) debitamente firmata da parte del cliente. L’accettazione del Preventivo da parte del cliente avviene mediante la sottoscrizione. Il Preventivo accettato è di seguito denominata “Ordine”.

4. L’Ordine deve includere, tra le altre cose, il nome e il cognome del cliente (nel caso di persone fisiche) oppure la ragione o denominazione sociale del cliente (nel caso di persone giuridiche), il tipo di traduzione, la lingua o le lingue di destinazione, la data prevista di consegna della traduzione, i termini di consegna della traduzione, la dichiarazione del cliente di aver letto e accettato il presente Regolamento e i dati del referente del cliente, da contattare in caso di domande relative all’Ordine. Inoltre, l’Ordine deve indicare i dati del cliente necessari per l’emissione della fattura IVA, compresa la ragione o denominazione sociale, l’indirizzo della sede legale e il numero di partita IVA del cliente.

5. Per cliente si intende una persona fisica con piena capacità giuridica, una persona giuridica o un ente senza personalità giuridica ma con capacità giuridica, con sede legale o luogo di residenza, rispettivamente, nel territorio della Repubblica di Polonia, nonché una persona fisica senza cittadinanza polacca oppure un imprenditore straniero ai sensi della legge polacca del 6 maggio 2018 in materia di principi di partecipazione degli imprenditori stranieri e di altre persone straniere alle operazioni commerciali nel territorio della Repubblica di Polonia, che ha concluso o intende concludere un contratto per la realizzazione della traduzione commissionata. Il cliente può anche essere un consumatore, cioè una persona fisica con piena capacità giuridica, che ha concluso o intende concludere un accordo con il Fornitore del servizio per la fornitura di una traduzione commissionata, non direttamente collegata alla sua attività economica o professionale.

II. TRADUZIONI

  1. L’Ordine di una traduzione deve essere effettuato tramite un messaggio e-mail inviato all’indirizzo [email protected] o attraverso il form di contatto disponibile sul sito web del Fornitore www.krystynamaternia.com
  2. Il Fornitore del servizio è obbligato a confermare di aver ricevuto i documenti da tradurre e concordare con il cliente il termine e il costo stimato della traduzione sotto forma di preventivo, inviato al cliente via e-mail all’indirizzo indicato dal cliente.
  3. Il Fornitore manda la traduzione nel modo concordato con il cliente, cioè per posta/corriere oppure via e-mail all’indirizzo fornito dal cliente.
  4. L’Ordine per un servizio di traduzione può essere cancellato. In tal caso, il cliente deve cancellarlo via e-mail con conferma di lettura, inviata all’indirizzo [email protected] oppure per iscritto, con una lettera inviata all’indirizzo postale: EMKA Krystyna Maternia, ul. Sowińskiego 2, 35-607 Rzeszów.
  5. Nel caso in cui il cliente annulli un Ordine di traduzione, gli verranno addebitati i costi corrispondenti alla parte proporzionale dell’Ordine completato, cioè alla quantità del testo tradotto fino al momento della ricezione dell’annullamento da parte del Fornitore. Il Fornitore del servizio consegnerà al cliente la parte del testo tradotto di cui alla frase precedente, inviandolo all’indirizzo e-mail indicato dal cliente. Il cliente non può annullare un Ordine l’ultimo giorno della sua realizzazione.
  6. Il termine previsto per la realizzazione di una traduzione non comprende i sabati, le domeniche e le festività nazionali polacche.
  7. Se il cliente non conferma la ricezione della traduzione richiesta mediante un Ordine e trasmessa a cura del Fornitore all’indirizzo e-mail indicato dal cliente, la traduzione si intenderà consegnata e l’Ordine quindi completato 24 ore dopo che il Fornitore del servizio ha inviato la traduzione richiesta dal cliente all’indirizzo e-mail fornito dallo stesso.

III. INTERPRETARIATO

  1. L’ordine di un interpretariato deve essere effettuato tramite un messaggio e-mail inviato all’indirizzo [email protected] o attraverso il form di contatto disponibile sul sito web del Fornitore www.krystynamaternia.com
  2. Il Fornitore del servizio è obbligato a concordare con il cliente il termine e il costo stimato dell’interpretariato sotto forma di preventivo, inviato al cliente via posta elettronica all’indirizzo indicato dal cliente.
  3. La cancellazione di un Ordine per un servizio di interpretariato deve essere effettuata via e-mail con conferma di lettura, inviata all’indirizzo [email protected] oppure per iscritto, con una lettera inviata all’indirizzo postale: EMKA Krystyna Maternia, ul. Sowińskiego 2, 35-607 Rzeszów.
  4. Se il cliente annulla l’Ordine 72 ore (o meno) prima della data concordata per l’interpretariato, il Fornitore avrà diritto ad una remunerazione pari alla metà della tariffa giornaliera per ogni giorno di interpretariato, indicata nel preventivo di cui al comma III, punto
  5. Se il cliente cancella l’Ordine per l’interpretariato entro 24 ore dall’invio dell’ordine stesso, al cliente non verrà addebitato alcun costo aggiuntivo.
  6. Il tempo di lavoro del Fornitore del servizio viene calcolato a partire dall’ora in cui deve presentarsi e si presenta per eseguire il lavoro fino all’ora in qui l’interpretariato finisce. Tale orario comprende tutte le possibili pause durante questo periodo di tempo (ad esempio pause per i pasti, pause nelle riunioni, tempo di viaggio dell’interprete con il cliente).
  7. L’unità di misura del lavoro di un interprete è mezza giornata (4 ore) oppure una giornata (8 ore), questa informazione è inclusa nel preventivo presentato al cliente.
  8. Se i servizi di interpretariato vengono prestati al di fuori del luogo di residenza del Fornitore del servizio, il cliente deve coprire le spese di trasporto, alloggio e vitto del Fornitore.
  9. Se i servizi di interpretariato vengono forniti il sabato, la domenica o i giorni festivi, la tariffa standard di interpretariato viene maggiorata del 100%.

IV. RECLAMI

  1. Il Cliente non può rifiutare la traduzione arbitrariamente. È onere del Cliente verificare le competenze del traduttore prima dell’assegnazione dell’incarico. Il cliente ha il diritto di presentare un reclamo relativo ai servizi di traduzione o interpretariato richiesti mediante un Ordine , entro 7 giorni rispettivamente: i) dalla data di consegna della traduzione, cioè dalla consegna di una traduzione scritta all’indirizzo indicato dal cliente, ii) dal momento in cui il cliente ha comunicato al Fornitore di rinunciare al servizio di interpretariato già in corso di esecuzione oppure (iii) dal momento di completamento del servizio di interpretariato che è stato commissionato.
  2. L’istanza di reclamo presentata dal Cliente deve indicare espressamente il nome, il cognome e i dati di contatto della persona che presenta il reclamo. La motivazione deve includere una descrizione dettagliata delle obiezioni e degli errori commessi.
  3. Se il Fornitore considera il reclamo giustificato perché la traduzione risulta in maniera inconfutabile affetta da errori correggerà la traduzione gratuitamente. Il termine per la correzione degli errori dipende dal volume del testo e dalla sua specificità, nonché dal numero di errori indicati e debitamente giustificati. Il termine sarà determinato individualmente per ogni Ordine.
  4. La mancata presentazione di un reclamo entro il termine specificato nel punto 1 di cui sopra, sarà considerato come espressa accettazione da parte del Cliente della versione del documento tradotto rilasciato dal Fornitore e/o del servizio di interpretariato reso dallo stesso.
  5. La responsabilità del Fornitore del servizio è limitata al valore del preventivo dell’Ordine.
  6. La presentazione di un reclamo non costituisce un motivo per rifiutare il pagamento della traduzione. Inoltre, non influisce in alcun modo sull’importo del pagamento o sulla sua scadenza.
  7. Il Fornitore del servizio non è responsabile di eventuali errori di fatto, presenti nella traduzione, che sono la conseguenza di errori nel testo originale.
  8. Il Fornitore si riserva il fatto che il reclamo non può riguardare la terminologia gergale utilizzata dal cliente, a condizione che il cliente non abbia inviato un glossario con la terminologia richiesta.
  9. Nel caso di testi con disegni, schemi, diagrammi, ecc. che non sono stati forniti dal cliente in una versione elettronica modificabile con Microsoft Office, il Fornitore non è obbligato a riprodurre questi elementi nella traduzione. In ogni caso, il Fornitore concorderà con il cliente la modalità di traduzione in modo tale da permettere al cliente di assegnare i singoli frammenti di testo contenuti nel disegno, diagramma, grafico, ecc. al testo corrispondente nella traduzione.

V. RECESSO DAL CONTRATTO

  1. Il cliente che sia un consumatore può recedere dal contratto senza dare motivazioni e senza incorrere in costi diversi da quelli previsti dalla legge e indicati nel Regolamento, entro 14 giorni dalla data della stipula del contratto.
  2. Al fine di rispettare il termine di recesso di cui al punto 1 è sufficiente inviare comunicazione di recesso prima della scadenza di tale termine.
  3. Il cliente può trasmettere la comunicazione di recesso dal contratto in uno dei seguenti modi: a) per iscritto, all’indirizzo: EMKA Krystyna Maternia, ul. Sowińskiego 2, 35-607 Rzeszów b) via posta elettronica, all’indirizzo e-mail: [email protected]
  4. Il diritto di recesso può essere esercitato utilizzando il modulo di recesso incluso come appendice 2 alla Legge polacca sui diritti dei consumatori del 30 maggio 2014.
  5. Il periodo di recesso decorre dalla data del perfezionamento del contratto, definita nel comma I punto 3 del Regolamento.
  6. I clienti che non sono consumatori non hanno il diritto di recedere dal contratto stipulato a distanza.
  7. Il consumatore non ha il diritto di recedere dal contratto se il Fornitore del servizio ha completato l’Ordine. Il Fornitore informa il consumatore che nel momento in cui il servizio di traduzione o interpretariato viene completato dal Fornitore, il consumatore perderà il diritto di recesso. Il consumatore accetta che il Fornitore può completare l’Ordine prima della scadenza del periodo di 14 giorni per il recesso, ai sensi dell’art. 38 punto 1 della Legge sui diritti dei consumatori del 30 maggio 2014
  8. Ai sensi dell’art. 35, comma 1, della Legge sui diritti dei consumatori del 30 maggio 2014, il consumatore che recede dal contratto prima che l’Ordine sia stato completato è obbligato a pagare i servizi resi dal Fornitore fino al momento del recesso dal contratto. L’importo da pagare viene calcolato in proporzione all’entità del servizio fornito, in base alla tariffa concordata nell’’Ordine di riferimento.
  9. Se il consumatore recede dal contratto di interpretariato entro 72 ore prima della data concordata per l’interpretariato, il Fornitore ha diritto ad un compenso pari alla metà della tariffa giornaliera per ogni giorno di interpretariato indicato nel Preventivo di cui al comma III, p. 2.

VI. FORZA MAGGIORE

La presenza di gravi impedimenti quali a titolo esemplificativo e non esaustivo lo stato di malattia, o eventuali necessità di interventi e/o ricoveri ospedalieri così come il verificarsi di eventi di forza maggiore quali terremoti, guerre, inondazioni, scioperi dei mezzi di trasporto, pandemie esonera Il Fornitore da qualsiasi responsabilità per inadempimento contrattuale e dal contestuale ristoro del danno. L’eventuale interruzione del servizio nelle ipotesi sopra descritte si considera giusta causa di recesso da parte del Fornitore.

VII. PROCEDURE STRAGIUDIZIALI DI RISOLUZIONE DELLE CONTROVERSIE

  1. Il cliente consumatore può ricorrere a procedure stragiudiziali di risoluzione delle controversie. Tra l’altro, il consumatore ha la possibilità di: a) rivolgersi ad un tribunale arbitrale dei consumatori con la richiesta di risolvere una controversia derivante dal contratto stipulato con il Fornitore, b) usufruire dell’assistenza di un mediatore distrettuale (comunale) dei consumatori o di un’organizzazione sociale i cui compiti statutari includono la protezione dei consumatori.
  2. Per informazioni dettagliate sulle procedure di reclamo e ricorso extragiudiziali, il consumatore può consultare il sito web http://www.uokik.gov.pl.
  3. Un consumatore può anche utilizzare la piattaforma ODR, disponibile all’indirizzo http://ec.europa.eu/consumers/odr. La piattaforma ODR è una piattaforma dedicata alle procedure online per la risoluzione delle controversie tra consumatori e imprenditori, al livello comunitario. È un sito web interattivo e multilingue con uno spazio unico per i consumatori e per gli imprenditori che cercano di risolvere in modo extragiudiziale una controversia che riguarda gli obblighi contrattuali derivanti da un contratto di vendita o di servizio, stipulati online.

VIII. PAGAMENTI

  1. Dopo che l’Ordine è stato realizzato, il cliente è obbligato a pagare il compenso, a fronte del rilascio di apposita fattura che il Fornitore farà pervenire al Cliente entro il termine stabilito dal Fornitore stesso.
  2. I pagamenti saranno effettuati sotto forma di bonifico bancario versato sul conto corrente del Fornitore del servizio, indicato sulla fattura. Il Fornitore è obbligato ad inviare la fattura in forma elettronica e – su richiesta esplicita del cliente – per posta ordinaria/prioritaria all’indirizzo indicato dal cliente.
  3. Il Fornitore si riserva il diritto di chiedere al cliente di versare un acconto per la traduzione/interpretariato prima di iniziare a realizzare l’Ordine. L’importo dell’acconto dipende dall’importo specificato nel Preventivo.

IX. RISERVATEZZA

Tutti i documenti di partenza, i materiali ausiliari, le traduzioni effettuate, così come le informazioni orali fornite dal cliente sono trattate dal Fornitore come materiali confidenziali e non sono resi disponibili a terzi in alcun modo, ad eccezione dei materiali pubblicamente disponibili (pubblicazioni di stampa e in Internet, atti legali disponibili al pubblico, ecc.).

X. DATI PERSONALI

  1. L’amministratore dei dati personali dei clienti è Krystyna Maternia che svolge la propria attività professionale sotto il nome di EMKA Krystyna Maternia, con sede a Rzeszów (35-607), ul. Generała Sowińskiego 2.
  2. Il Titolare tratta i dati dei clienti al fine di consentire loro di utilizzare le funzionalità del sito www.krystynamaternia.com e ai fini del contatto necessario per calcolare il Preventivo e per realizzare l’Ordine.
  3. Informazioni dettagliate relative al periodo del trattamento dei dati personali, all’interesse legittimo del Titolare, all’esercizio dei diritti degli interessati, compreso il diritto di presentare un reclamo al Presidente dell’Ufficio per la Protezione dei Dati Personali, si possono trovare nella Politica della Privacy sul sito krystynamaternia.com

XI. DISPOSIZIONI FINALI

  1. Per le questioni non trattate dal presente Regolamento, trovano l’applicazione le disposizioni del diritto polacco, in particolare la legge polacca del 23 aprile 1964, Codice civile.
  2. Il Fornitore del servizio si riserva il diritto di modificare le disposizioni del Regolamento nel caso in cui la necessità di introdurre cambiamenti risulti direttamente dal cambiamento delle norme legali o al fine di migliorare la qualità dei servizi forniti. I clienti saranno informati delle modifiche apportate al Regolamento tramite la pubblicazione delle informazioni relative alle modifiche sul sito web www.krystynamaternia.com. Qualsiasi modifica al Regolamento diventerà effettiva a partire dalla sua pubblicazione sul sito web www.krystynamaternia.com, salvo diversa indicazione.
  3. Se una qualsiasi disposizione di questo Regolamento risultasse non valida, non conforme ai requisiti della legge oppure inapplicabile, sarà esclusa dalle disposizioni del presente Regolamento. Le disposizioni invece continueranno ad essere applicate nella misura massima consentita dalla legge.
  4. Nel caso di una controversia derivante dal presente Regolamento, il Fornitore del servizio e il cliente stabiliscono di negoziare in prima istanza, al fine di risolvere la controversia in modo amichevole.
  5. Il Regolamento entra in vigore il giorno della sua pubblicazione.

XII.  LEGGE APPLICABILE E FORO COMPETENTE

  1. Il presente Regolamento, e di conseguenza anche ciascun Ordine, è regolato e verrà interpretato in conformità alla legge polacca.
  2. Fatti salvi i casi di competenza inderogabile previsti dalla legge, qualunque controversia che potesse insorgere in connessione al presente Regolamento e/o Ordine, inclusa ogni controversia inerente alla validità, all’efficacia, all’interpretazione, all’esecuzione o alla risoluzione degli stessi, sarà devoluta alla competenza esclusiva del giudice del luogo in cui il Fornitore ha la residenza.

 

 

 

Ooops!

Fingi di non aver visto nulla…
Devo contattare il mio webmaster.

StudioGraficzne.com: Wykonanie stron internetowych

Illustrazioni a cura di Gabriele Natussi – Zerouno Software S.r.l.